Minerals Express - Collezionismo minerali

Salta ai Contenuti Salta la navigazione della testata
16/01/10

La nostra Africa - 10^ (ultima) Parte

Mentre rientriamo ad Arusha, facciamo una piccola deviazione in un piccolo villaggio (ancora più tre ore di pista !) dove ci avevano detto, che forse avremmo potuto trovare tanzanite e tsavorite. Il villaggio in questione è uno dei punti di affari decisamente più sicuro e tranquillo che non Mererani (dove a marzo avevamo avuto una bruttissima esperienza di aggressione) anche per i dealer del posto che poi una volta acquistati i pezzi li vanno a rivendere a Dar Es Salam o in altre zone. E qui con un grande colpo di scena ma soprattutto di culo, troviamo dei campioni magnifici di tanzanite e di tsavorite!

Alla visione dei primi pezzi non credo ai miei occhi, tra molto materiale frantumato e alcuni piccoli cristalli spiccano due cristalli di tanzanite di colore e soprattutto dimensioni notevoli! Non oso chiedere il prezzo e come con la roulette russa parto dai frammenti per poi piano piano avvicinarmi ai tanto agognati cristalli. Alla fine dopo aver sparato cifre impossibili e dopo tempi di contrattazione biblici, riusciamo ad aggiudicarci i due pezzi più belli più altri 3 cristalli (di cui uno biterminato gemmosissimo!) più una serie di campioni di tsavorite molto belli e ben cristallizzati con un bel colore verde menta. Non vi dico la cifra e mi sento così leggero che anche il nostro defender sembra accorgersene! 

Adesso soddisfatti ed appagati i nostri desideri mineralogici possiamo rientrare ad Arusha dove ci aspetta ancora un giro al parco del monte Meru e la visita al Masai market e di alcuni negozi che vendono pietre preziose e dove, in alcuni rari casi, è possibile trovare qualche cristallo.

La sera, arrivati in città, finalmente possiamo godere di una lunga doccia e di un buon ristorantino che gestisce un simpatico italiano scappato da Napoli anni addietro.

L'indomani assieme a tutta la famiglia di Jhon andiamo a visitare il parco del Mt Meru il quale, nonostante la vicinanza con la città di Arusha, e anche se non sono presenti felini a parte qualche raro leopardo di montagna, per i suoi scenari fantastici e per una varietà di scimmie pelose con una caratteristica coda bianca lunghissima ed endemiche della zona, merita veramente una giornata di visita. Dopo un drive safari, il pomeriggio, Fede io e Jhonn andiamo accompagnati da un ranger a fare una escursione a piedi di c.ca 3 ore nel parco.

Qui credo di aver preso uno degli spaventi più grandi della mia vita, in quanto, siamo praticamente stati costretti a passare in mezzo ad un branco di bufali! Io e Fede siamo sbiancati, Jhonn si era "armato" con un grosso sasso e continuava a ripetere a voce bassa: qui non ci sono alberi vicini!. La guida però continuava a ripeterci, tranquilli, state tranquilli che quando sono in branco i bufali non sono pericolosi! E poi sono armato! Ma il brutto doveva ancora venire, in quanto passato il branco, improvvisamente ci ritroviamo vicinissimi ad un bufalo solitario che era rimasto invisibile tra i cespugli fino a quando non lo avevamo incrociato. Credetemi che in questa situazione anche il  ranger aveva cominciato a mostrare segni di inquietudine. Fortunatamente anche se ci fissava in modo non proprio socievole, al momento non gli interessavamo e non ci ha caricati. I bufali vengono definiti, assieme agli ippopotami, tra gli animali più pericolosi dell'Africa, è nota la loro indole capricciosa e quando attaccano di solito, anche se moribondi, riescono a centrare il bersaglio. Il ranger  ci ha raccontato che alcuni suoi colleghi sono stati seriamente feriti e qualcuno ci ha rimesso la pelle propria causa di una carica del bufalo nonostante avessero scaricato un caricatore intero di pallottole nel corpo dell'animale!

L'incontro successivo con un branco di giraffe ci aiuta a rilassarci, sono talmente vicine che quasi le possiamo toccare, che meraviglia! Poi terminando il giro torniamo alla macchina dove ci aspettavano la moglie e i tre bambini di Jhonn, io un pò imbarazzato chiedo a Jhonn se la moglie si fosse stufata di aspettarci e lui mi spiega che sua moglie ha occasione di uscire fuori della città al massimo un paio di volte all'anno e che questa gita per lei è stata comunque meravigliosa e non sa come ringraziarci per averla portata con noi ed avergli offerto un pò di svago dalla dura routine quotidiana.

Torniamo ad Arusha esausti, a questo punto solo due giorni ci separano dalla partenza, ma abbiamo mille cose da fare (la spedizione dei minerali trovati, la visita ad alcuni negozi, il mercato di Arusha). In un negozio di pietre preziose (molto inn) trovo ancora un magnifico campione di spinello, un cristallo perfetto di oltre 3 cm! Lo pago il giusto (un pò meno che in una mostra in Italia), ma oltre al campione riesco ad ottenere anche un certificato (pagando le tasse e il negoziante!) per poter portare con me le tanzaniti che avevo precedentemente comprato, soprattutto perchè saremmo dovuti ripartire dal Kenia e i doganieri con i contrabbandieri di pietre non scherzano affatto. Passiamo due giorni a farci costruire una cassa di legno e ad imballare tutti i campioni per la successiva spedizione che tra permessi, fumigazioni e tanta tanta burocrazia arriverà in Italia dopo 4 mesi!

La sera siamo tutti riuniti per una cenetta di commiato e finalmente arriva il giorno della partenza. E' una magnifica alba ed il pulmann per Nairobi parte puntuale alle 8,00. Dico finalmente perché 22 giorni quasi tutti passati in tenda sono veramente tanti anche per noi, e l'Africa ti mette a dura prova! Mentre ripercorriamo la strada verso Mombasa il paesaggio scorre rapido dal finestrino, una antilope giraffa sembra correre con noi e salutarci. Ad un certo punto mi giro verso Fede e gli chiedo: chissà come deve essere bello vedere il Rukwa e gli scimpanzé, e poi c'è ancora la zona al confine con l'Uganda con le sue acquemarine... Lei mi guarda sorridendo, ci siamo già capiti, presto torneremo in Africa, ormai la febbre ci ha contagiato e non ci sono aspirine che tengano!

Galleria fotografica

Il Monte Meru

Il Monte Meru

Arusha national park

Arusha national park

scimmia dalla lunga coda

scimmia dalla lunga coda

4

4

5

5

6

6

Jhon e la sua famiglia

Jhon e la sua famiglia

9

9

10

10

in mezzo ai bufali

in mezzo ai bufali

relax con le giraffe

relax con le giraffe

14

14

16

16

17

17

18

18

le temibili formiche rosse

le temibili formiche rosse

fabbricazione della cassa per i minerali

fabbricazione della cassa per i minerali

imballaggio dei minerali per la spedizione

imballaggio dei minerali per la spedizione

23

23

WOP!WEB Servizi per siti web... GRATIS!