WOP!WEB Servizi per siti web... GRATIS!

Mostra di Genova 15-16 maggio 2010

Nei giorni  15 e 16 maggio, presso i magazzini del cotone- Porto Antico si è svolta a Genova l'annuale mostra di minerali, fossili e bigiotteria.
Ho partecipato alla mostra per la  prima volta e devo dire che mi è piaciuta e, anche se non condivido eticamente il connubio minerali-collanine, gli organizzatori  hanno cercato di dividere i due settori in modo da creare meno interferenze possibili. Grande affluenza di pubblico ma meno di collezionisti.
Mi è piaciuta molto l'esposizione tematica su Baveno (essendo ghiottissimo dei minerali pegmatitici della zona ) rappresentata da notevoli campioni provenienti da una vecchia collezione, si sono potuti ammirare campioni di grandi dimensioni, non proprio comuni della località.
Le novità oramai  sono poche ed i minerali che "girano" sono sempre più o meno gli stessi. A livello internazionale "soliti" campioni inavvicinabili di tormaline, acquemarine ecc ecc. Delle belle wulfeniti (da Corrado Vietti) e tormaline di Pederneira, alcuni discreti campioni di acquemarine con schorlite di Erongo e un tavolo pieno di dioptasi africani con xx di notevoli dimensioni. Molto bello e curato lo stand di webminerals (tra l'altro l'Ente organizzatore della manifestazione). Infine  Prato esponeva numerosi campioni notevoli di provenienza internazionale
 Molti pakistani (con "severo" cartello dei prezzi manco fossero petrolieri!) presentavano anche topazi e spodumene super irradiati con colori innaturali (del resto i maestri Russi sono confinanti!).
 Iniziano a far capolino i demantoidi del madagascar con prezzi quasi umani, tra qualche mostra forse potranno essere più abbordabili!!
Da un punto di vista prettamente collezionistico vi erano alcuni tavoli di ricercatori (mosche bianche di questi tempi) tra i quali spiccavano i tavoli degli amici Crhistian Zanni e Roberto che esponevano buoni campioni di minerali del Bottino, mesitine e calciti sarde, e un ritrovamento (molto importante per la località) di rame nativo della Pesta (Gr). Un altro tavolo degno di essere menzionato era quello degli amici Liguri (Stefano Camarda e Gianni Sanguineti) che esponevano degli ottimi esemplari di rame nativo di Molinello, rodoniti e tinzeniti e numerosi campioni di Carrara, Silvano Bottoni, ospite al mio tavolo, esponeva alcuni notevoli quarzi con bissolite del Monte Bianco.
Un tavolo con minerali alpini (rodingiti e quarzi del Bianco) e il sottoscritto (con quarzi dell'Elba e minerali del Lazio) terminavano la rappresentanza italiana. Degno di essere menzionato anche un recente ritrovamento di quarzi e ortoclasi di Cuasso al Monte.
Gli organizzatori sono stati molto cordiali e disponibili e la manifestazione ben organizzata (e colgo l'occasione per ringraziarli pubblicamente), simpatico il buffet offerto con vino e focaccia ligure.



Contatta il Webmaster